• Redazione

POR FSE Lazio, bonus per le imprese che assumono disoccupati: fino a 8.000 euro di fondo perduto.


Il costo del lavoro in Italia è decisamente tra i più alti in Europa e anche per questa ragione la disoccupazione giovanile ha, ormai, raggiunto vette elevate. Il sostegno all'occupazione deve essere una priorità della classe politica italiana perchè il futuro di ogni nazione è nei giovani e nella loro capacità di contribuire, con il lavoro, allo sviluppo socio-economico del proprio Paese.

In molte regioni italiane, e tra queste il Lazio, sono state introdotte alcune forme di sostegno alle imprese che intendono assumere giovani e over 50 disoccupati.

Analizziamo, in questo post, l'avviso regionale finanziato con il POR Lazio FSE 2014/2020.

La misura agevolativa prevede l’erogazione di un bonus per l’assunzione a tempo indeterminato o determinato delle seguenti categorie di soggetti (destinatari), residenti nella Regione Lazio o iscritti in uno dei Centri per l’Impiego della Regione Lazio:

- Persone di età compresa tra 24 e 50 anni prive di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi4 - Persone disoccupate o prive d’impiego (art. 19 D. Lgs 150/2015 e circolare INPS 34/2015) di età non superiore a 24 anni;

- Persone disoccupate o prive d’impiego (art. 19 D. Lgs 150/2015 e circolare INPS 34/2015) con più di 50 anni di età;

Il bonus può interessare anche i cittadini stranieri, in possesso di regolare permesso di soggiorno e con i requisiti sopra descritti.

Sono beneficiarie degli aiuti le imprese che assumono, a decorrere dal 1° gennaio 2018, con contratto di lavoro a tempo indeterminato o determinato lavoratori in possesso dei requisiti su indicati.

I costi ammissibili sono dati dal costo salariale annuo del dipendente previo controllo della documentazione richiesta e quella attestante l’avvenuta assunzione e la regolare posizione contributiva (INPS/INAIL).

I costi salariali sono costituiti dall’importo totale annuo effettivamente pagabile dall’impresa beneficiaria dell'aiuto in relazione ai lavoratori interessati, comprendente la retribuzione lorda prima delle imposte e i contributi obbligatori, quali gli oneri previdenziali e i contributi assistenziali per figli e familiari.

Nella tabella di seguito riportata vengono indicati gli importi massimi corrisposti sulla base della tipologia contrattuale prevista per l’assunzione:

Ciascuna impresa richiedente non può richiedere aiuti per un importo superiore a 500.000 euro anche cumulando più domande di aiuto a valere sul presente avviso.

I lavoratori assunti e per i quali viene chiesto l’aiuto devono essere impiegati presso sedi operative dell’impresa richiedente il contributo ubicate nel territorio della regione Lazio.

All’interno dell’avviso e della sua documentazione disponibile sono disciplinate le condizioni specifiche valide per i beneficiari (imprese) e per i lavoratori (destinatari) per l’erogazione del contributo economico (bonus).

Le domande dovranno essere presentate a partire dal 1° marzo 2018 ed entro il 31 gennaio 2019, per le assunzioni effettuate dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2018.

La Direzione Regionale competente in materia di Lavoro si riserva la facoltà di prorogare i termini di scadenza del presente Avviso.

Per maggiori informazioni sulla possibilità d accesso a questa misura della regione Lazio e a quelle di altre regioni, si può chiamare il numero 06-92927250 ed ottenere una consulenza gratuita.


13 visualizzazioni0 commenti